Maritozzi Romani

Torniamo tutti un pò bambini con questo sofficissimo dolce!

Il maritozzo ha il potere di farci tornare un pò bambini, con il suo caldo abbraccio e il profumo di arancia! Questa è la ricetta del maritozzo romano, ne vengono 8-9 e vedrete come verranno spazzolati dai vostri cari! ^__^

Ingredienti:

  • 500 gr di farina manitoba (serve una farina forte, quindi se non abbiamo la manitoba usiamo una tipo 0)
  • 250 ml di latte tiepido
  • 70 gr di zucchero bianco
  • 70 gr di olio di semi
  • 1 uovo medio
  • 1 tuorlo medio
  • 5 gr di lievito di birra disidratato (o 15 gr di lievito di birra fresco)
  • 100 gr di uvetta sultanina (opzionale – ammollata in acqua calda per 30 minuti, strizzata e asciugata)
  • 1 pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di un’arancia

Per la glassatura:

  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di acqua

Per la farcitura:

  • Panna montata leggermente zuccherata

Step 1

Nella ciotola della nostra planetaria, dotata di gancio per impasti, setacciamo la farina, poi aggiungiamo lo zucchero, il latte, l’olio, l’uovo, la scorza di arancia e il lievito di birra. Impastiamo fino a che l’impasto si “incordelli” sul gancio, ossia lo abbracci completamente, quindi aggiungiamo il sale e l’uvetta sultanina. Impastiamo ancora brevemente, poi trasferiamo l’impasto in una ciotola leggermente oliata, copriamo con la pellicola e lasciamo riposare nel forno spento con la luce accesa fino a che sia raddoppiato in volume, circa 2 ore.

Step 2

Trasferiamo l’impasto sul piano di lavoro (non usiamo la farina perchè non serve) e aiutandoci con una bilancia elettronica facciamo tante palline da 100 gr ciascuna. Diamo loro una forma rotonda, poi leggermente allungata, e le trasferiamo su di una teglia ricoperta di carta forno. Copriamo con la pellicola e lasciamo in forno spento con la luce accesa per un’altra oretta.

Step 3

Trascorso questo tempo, rimuoviamo la teglia dal forno e lo preriscaldiamo a 180 gradi statico. Spennelliamo la superficie dei maritozzi con il tuorlo, quindi inforniamo e cuociamo per circa 15-20 minuti, fino a che siano belli dorati. A cottura ultimata, estraiamo la teglia dal forno e ammiriamo le nostre bellezze.

Step 4

Lasciamo raffreddare completamente i maritozzi. Mettiamo in un pentolino l’acqua e lo zucchero e riscaldiamo sul fuoco per far sciogliere lo zucchero. Trasferiamo lo sciroppo per la glassatura in una ciotolina e lo lasciamo raffreddare. Quando siamo pronti per farcire i maritozzi, montiamo la panna freddissima e la dolcifichiamo a piacere. Spennelliamo sulla superficie del maritozzo lo sciroppo di zucchero, tagliamo il maritozzo centralmente senza arrivare fino in fondo, riempiamo con la panna (rigorosamente a mano, non con la sacca a poche, per rispettare la tradizione!) e cospargiamo con zucchero a velo:

Maritozzi Romani

Fidatevi, fatene più di una ricetta perchè spariranno in un attimo! Buon appetito! ^__^

Condividi questa ricetta

5 pensieri su “Maritozzi Romani”

  1. Come mai metti uva sultanina?nei maritozzi romani non ci va! Sostituisce qualche altro ingrediente umido della ricetta?

  2. ciao, posso prepararli la sera e lasciarli lievitare nel forno la notte per cuocerli poi la mattina per colazione?

  3. Ciao Francesco , per riempirli a mano con tanta precisione cosa hai usato un cucchiaio ? Una spatolina ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *