Cruffins

Metà croissant e metà muffin, sono un dolce irresistibile!

I cruffin sono una delizia originaria di San Francisco, dove l’idea geniale è stata quella di infornare negli stampini dei muffin (o similari) delle trecce di pasta sfoglia per croissants. Il risultato è stato qualcosa di fenomenale, soprattutto se farcito con ogni ben di Dio!

Preparare i cruffin in casa si può, con un pratico trucchetto per “simulare” la laminatura (ossia l’alternanza di strati di sfoglia a strati di burro), però è indispensabile avere un attrezzo che sicuramente rende la vita più semplice e il risultato migliore: uno stendi-sfoglia (o sfogliatrice o Nonna Papera). Si possono preparare i cruffin senza il tirapasta? Si può provare, ma ovviamente il risultato non sarà così preciso come quello di avere una sfoglia tirata sottile e tutta uniforme.

Programmiamo con cura la preparazione dei cruffin, perchè servono 2 giorni tra la lievitazione e la cottura. E’ sicuramente una preparazione avanzata, ma il risultato ripaga di ogni sforzo!

GUARDA LA VIDEORICETTA:

Ingredienti per 12 cruffin.

Per l’impasto:

La ricetta prevede il latte in polvere. Se non lo troviamo, sostituiamo al latte in polvere e all’acqua 150 gr di latte intero e 70 gr di acqua

  • 300 gr di farina tipo 0, w290 circa
  • 160 gr di acqua
  • 50 gr di zucchero
  • 15 gr di latte in polvere (si trova al supermercato nella corsia del latte)
  • 4 gr di lievito di birra disidratato tipo Mastro Fornaio
  • 30 gr di burro a pomata
  • 4 gr di sale

Per la laminatura:

  • 150 gr di burro a pomata

Per la decorazione:

  • Zucchero a velo qb
  • Crema di nocciole
  • Crema di pistacchi
  • Granella di nocciole
  • … qualsiasi altro ripieno che ci suggerisca la nostra fantasia

Procedimento:

  • Nella ciotola del nostro impastatore, dotato di frusta a gancio (ma si può impastare anche a mano) combiniamo tutti gli ingredienti dell’impasto e azioniamo a velocità medio-bassa per circa 15 minuti, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo che si avvolga attorno al gancio.
  • Aggiungiamo gradualmente il burro a pomata, impastando bene per incorporare il tutto. Continuiamo ad impastare per altri 10-15 minuti, fino a quando l’impasto, quando tirato tra pollici e indici di entrambe le mani sia filante ma non si laceri.
  • Trasferiamo l’impasto sul piano di lavoro, lo avvolgiamo con la pellicola e lo mettiamo in frigorifero per tutta la notte.
  • Il giorno successivo prendiamo l’impasto dal frigorifero e lo dividiamo in 6 parti uguali (usiamo una bilancia per essere precisi). Impastiamo ogni singola parte dandogli la forma di una pallina, copriamo con la pellicola e lasciamo riposare per circa 20 minuti.
  • Montiamo la sfogliatrice sulla nostra planetaria e, partendo dallo spessore più grosso (nel mio caso il n.1) e arrivando circa a metà del range disponibile (nel mio caso 5, perchè la sfogliatrice va da uno spessore n. 1 a uno spessore n. 8), tiriamo una sfoglia facendo in modo che la sua larghezza arrivi fino ai bordi esterni dell’utensile.
  • Con molta cura, spalmiamo una parte del burro a pomata su tutta la superficie della sfoglia (ci deve bastare per 6 sfoglie, quindi facciamo bene i conti!), facendo attenzione a non farlo sciogliere perchè ci serve per garantire il classico effetto sfogliato. Partendo da un lato corto, la arrotoliamo su sè stessa e creiamo un salsicciotto, che mettiamo da parte.
  • Procediamo stendendo una seconda sfoglia con lo stesso metodo, spalmiamo una parte di burro su tutta la superficie poi, posizionando il primo salsicciotto sulla seconda sfoglia, arrotoliamo quest’ultima attorno al salsicciotto, creando quindi un nuovo salsicciotto grosso il doppio. Rulliamo questo salsicciotto su sè stesso un paio di volte per allungarlo leggermente, poi lo avvolgiamo nella pellicola.
  • Proseguiamo allo stesso modo con tutte le palline di impasto rimasto, alla fine avremo 3 salsicciotti avvolti nella pellicola, che riponiamo in frigorifero per 1 ora circa per far rapprendere il burro.
  • Rimuoviamo i salsicciotti dal frigorifero e, aiutandoci con un coltello affilato, li tagliamo a metà per il lungo, dove l’interno rivelerà tutti i vari strati di burro. Successivamente tagliamo questi due mezzi salsicciotti a metà per il verso opposto, ottenendo in tutto 12 striscioline di impasto.
  • Imburriamo gli stampi da muffin o spruzziamo lo spray antiaderente (io consiglio di usare 2 stampi per muffin, lasciando per ogni stampo 6 alveoli vuoti così i cruffin possono avere spazio per lievitare.
  • Attorcigliamo ogni strisciolina su sè stessa, lasciando visibile all’esterno la parte “sfogliata” e la riponiamo in un alveolo imburrato. Proseguiamo fino a terminare le striscioline, copriamo con la pellicola e facciamo lievitare fino al raddoppio del volume, da 1.5 a 2 ore.
  • Preriscaldiamo il forno ventilato a 190 gradi e inforniamo le teglie coi cruffin. Cuociamo per circa 10 minuti (in modo da dare una bella doratura e sfogliatura ai nostri cruffin), poi abbassiamo la temperatura a 180 gradi statico e cuociamo per altri 10 minuti (20 minuti in tutto).
  • A cottura ultimata, estraiamo le teglie, quindi i singoli cruffin, e li posizioniamo su di una gratella a raffreddarsi completamente.
  • Per la farcitura, usiamo una sacca a poche piena della nostra crema (a scelta tra cioccolato, mandorle, crema, confettura, ecc.) e dal fondo riempiamo ben bene i nostri cruffin. Terminiamo con una bella spolverata di zucchero a velo.

Buon appetito! ^__^

1 commento su “Cruffins”

  1. Questi cruffins sono un vero peccato capitale.
    Foodporn allo stato puro!!!!
    Anche se non sono per me…complimenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *