Cupcake dell’assassino!

Una prima proposta di Halloween per far “rabbrividire” i golosoni di cupcakes!! ^__^

Una coltellata al frosting dei cupcakes (e anche alla mia testa!) rivela che hanno… un’anima vitale! Affianchiamola con una pasta speziata al sapore autunnale di zucca e spezie, mentre la cucina è infestata da simpatici ragnetti neri e arancioni!

Ingredienti per 18 cupcake:

180 gr di burro

280 gr di farina 00

2 cucchiaini di lievito per dolci

1 cucchiaino di sale

12 cucchiaino di cannella in polvere

1 punta di cucchiaino di noce moscata grattugiata

2-3 chiodi di garofano pestati e polverizzati

250 ml di polpa di zucca, precedentemente lessata e frullata

175 gr di zucchero di canna

100 gr di zucchero bianco

2 uova grandi, a temperatura ambiente

Preriscaldo il forno a 175°. Fodero una teglia da muffin coi pirottini di carta e la metto da parte. In questo caso i pirottini coi teschi di Halloween (Wilton) sono d’obbligo!

In un pentolino sciolgo il burro a fuoco medio e lo lascio sobbollire fino a quando diventa di un bel colore ambrato:

Verso il burro liquido in una ciotola, lasciando da parte qualsiasi sedimento solido. In una ciotola combino la farina, il sale, il lievito, la cannella, la noce moscata e i chiodi di garofano, mescolando con una frusta metallica a mano per aerare il composto ed eliminare qualsiasi grumo:

In un’altra ciotola unisco la purea di zucca, entrambi gli zuccheri, le uova e il burro fuso, mescolando bene sempre con una frusta metallica a mano. Aggiungo la miscela di farine gradualmente alla miscela liquida, mescolando solo fino a quando il composto è amalgamato:

Con l’aiuto di una paletta da gelataio distribuisco l’impasto all’interno di ciascun pirottino, riempendoli per circa 2/3. Inforno la teglia nel forno pre-riscaldato e cuocio per circa 20 minuti (vale la prova stuzzicadenti!). A cottura ultimata, estraggo la teglia e la lascio riposare su una gratella per 10 minuti. Successivamente rimuovo i tortini dalla teglia e li lascio raffreddare completamente:

A parte preparo una ricetta del mio frosting bianco preferito (a scelta, Frosting al Philadelphia o Frosting alla Meringa Svizzera – in questo caso al Philadelphia!). Decoro i cupcake, faccio cadere qualche goccia di sciroppo all’amarena e al cioccolato (a seconda del tipo di “sangue” che voglio far colare dall’accoltellamento del cupcake!) e termino infilzando la superficie del frosting con un coltello di zucchero (Wilton):

I golosoni sono avvisati: attenzione al primo morso, potrebbe avere conseguenze… letali!! ^__^

Buona settimana!

Condividi questa ricetta

40 pensieri su “Cupcake dell’assassino!”

  1. TERRIBILMENTE…meravigliosiiiiiii!!!! adoro le spezieeeee!!! li proverò al più presto!!! ma che cariiiini i coltellini!!!! Bravissimo, come sempre Fra!!! 🙂

  2. bellissimi! anche se….come hai fatto a mantenere intatte le facoltà cerebrali con quel coltellaccio piantato nel cranio? :-))))))

    1. Grazie Silvia! Ma guarda, questi serial killers sono sempre in agguato… Per fortuna che ho la testa dura! 🙂

  3. Ciao Francesco, sono nuova nel tuo sito, l’ho scoperto solo oggi e sto’ gia’ sognando ad occhi aperti!!! Fotografie magnifiche…. parlano da sole, non vedo l’ora di sperimentare una tua ricetta!!!

    Spero vivamente “vedendo i tuoi capolavori” che tu abbia gia’ aperto una pasticceria tutta tua!!!

    Per adesso tantissimi complimenti e non posso che dirti di continuare cosi’!!! sei bravissimo.
    Un saluto a presto Ally

    1. Ciao Ally, innanzitutto benvenuta, grazie per la visita e il commento! Al momento i cupcakes sono un hobby che mi sta dando tantissime soddisfazioni, non ho una mia pasticceria perchè nella vita faccio tutt’altro… ma dovevo poi sfogare la mia vena creativa, no?! ^__^ A presto!

  4. Ho visto su Twitter che hai tenuto un corso di cupcake… Non e`che vieni a Venezia a tenerne un altro???? 😀
    Claudia

  5. Ciao Francesco!!
    Anche io sono una grande appassionata di cupcake e, soprattutto, della loro decorazione.
    Prima di tutto ti ringrazio per condividere in rete le tue ricette, spiegate in modo molto simpatico e allo stesso tempo con tanta cura 🙂
    Ti vorrei chiedere se mi puoi dire i numeri delle punte da sac a poche che utilizzi, sperando che siano quelle della Wilton… purtroppo io ne ho solo di piccoline e la resa non è un granchè…
    Grazie mille,
    ciao

    Moky

    1. ciao Moki, grazie! per me è un piacere! purtroppo la punta che utilizzo è di un set in plastica che non ha codice. però visto che mi viene chiesto spesso, mi sa che ne compro anche della Wilton per riuscire a dare un riferimento più preciso. A presto!

  6. STUPENDI!!!!!!
    li provo di sicuro per Halloween! …ma i coltelli!?!?!?
    e poi scusa ma devo capire una cosa…..i miei cupcakes escono sempre a punta e non sono così belli e tutti perfettamente tondini e pronti da decorare!!!! metto troppo impasto nei pirottini o è colpa del forno?? io uso il ventilato!
    comunque tu sei insuperabile!!!!
    a quando la pasticceria!?!?
    ciaooooo
    Raffaella

    1. Raffy, Raffy… la pasticceria è uno dei miei sogni, anche se quello che sto facendo adesso (sperimentando!) mi sta dando tantissime soddisfazioni. La “punta” dei cupcake dipende dagli ingredienti, soprattutto dalle aggiunte degli “aromi” tipo frutta o verdura. A me le caratteristiche “calottine” piacciono tantissimo, poi più alto viene il cupcake, più frosting ci sta bene… e sai che delizia?! 🙂

  7. Bellisssssimi questi cupcakes!! Davvero una bella idea…posso venire a darti una mano in cucina? 😀 Adoro questo tipo di creazioni 😀 😀

  8. Che belli sono perfetti per Halloween,anch’io volevo farli con la zucca quest’anno(lo scorso anno li avevo fatti alla vaniglia col tuo oramai famoso frosting al burro di arachidi)ho la ricetta dal libro della nostra cara Martha,che per tradurre parole e dosi ogni volta mi devo armare di vocabolario e soprattutto calcolatrice(poi la matematica non è mai stata il mio forte ma ahimè in cucina serve!!).Mi hanno sempre intrigato le ricette dolci con le verdure dentro tipo la torta di carote che adoro e faccio spesso…
    Bravo Francesco per la golosa e “paurosa” idea!!

    1. grazie Fede! Anche questa è una ricetta della nostra mitica Martha, e chi la batte quella donna?! 🙂

  9. Ciao!!! Ti devo chiedere alcune cosette… Negli ingredienti hai messo le uova ma nei passaggi dell’impasto no…. Si mettono assieme agli zuccheri?? che differenza c’è tra questi e gli altri con la zucca? Le dosi sono un pó diverse ma sempre con la zucca!!! Ultima ma importantissima cosa, è la seconda volta che faccio il frosting al philadelphia ma esce liquido!!! 🙁 che zucchero a velo usi?? Non mollo, prima o poi ci devo riuscire!!! Grazie mille..

    1. grazie Franci, le uova me le ero dormite nella spiegazione, bella figura…! Questa è una versione alternativa a quella fatta in precedenza, mi piace sperimentare sia con le farine che con le quantità! Oh no, frosting liquido? io uso lo zucchero a velo non vanigliato (quello classico) della Paneangeli… Hai provato con burro e Philadelphia freddi di frigorifero? Fammi sapere, e brava che non molli!! 🙂

  10. ciao davvero bellissimi! Devo provarli… ma non potresti fare un tutorial su come realizzare i coltellini?! 🙂
    GRAZIE CIAO

    1. grazie Erika! non li ho fatti io, sono talmente belli che non oserei mai spacciarli per miei… sono della Wilton, comperati a Londra! Però con un po’ di pasta di zucchero e ghiaccia reale non dovrebbero essere difficili da fare… Ma W la pigrizia!! 🙂

  11. Mi hai attaccato la malattia dei cupcakes!!! 😀
    Scherzi a parte, grazie alle tue creazioni sono diventata una grande fan di questi dolcetti che danno una grande soddisfazione, e anche io mi sono cimentata per Halloween. Non sono perfetti come i tuoi ma gli amici gradiscono sempre, sia all’occhio che allo stomaco! 😉
    Vorrei farti una domanda: nella ricetta dei cupcakes è sempre d’obbligo l’uovo? Te lo chiedo perché spesso uso una ricetta senza uovo e non vorrei che questo fosse la causa di cupcakes non perfettamente lisci in superficie come i tuoi (i miei hanno quasi sempre qualche “rigonfiamento” strano!). Grazie e tanti complimenti, ti seguo sempre su Facebook!
    Ciao Daniela

    1. ciao Daniela, ora che sei entrata nel “tunnel” non ne uscirai più, come me! 🙂
      L’uovo agisce come una sorta di “collante” tra i liquidi e le farine, quindi non dovrebbe essere responsabile direttamente dei rigonfiamenti. Onestamente, però, a me i cupcake “gonfi” piacciono, perché si può mettere più frosting sopra! 🙂

  12. Ciao Francesco e complimenti per le tue ricette e per il sito! è un vero piacere per gli occhi vedere le tue splendide cupcakes!! se ti va passa da me! Francesca

  13. I read a lot of interesting articles here.
    Probably you spend a lot of time writing, i know how to save you a lot of
    time, there is an online tool that creates unique, SEO friendly
    posts in minutes, just search in google – laranitas
    free content source

  14. I read a lot of interesting posts here. Probably you spend a
    lot of time writing, i know how to save you a lot of
    work, there is an online tool that creates readable, google friendly articles in minutes, just search in google
    – laranitas free content source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *