Torta Red Velvet

Questa sera è la serata degli Oscar! E qual è la torta più indicata per il tappeto rosso? Senza alcun dubbio la famosa Red Velvet! ^__^

Prepariamo assieme una delle torte più belle e spettacolari della pasticceria americana , vedrete che soddisfazione quando affonderete il coltello ed estrarrete la prima fetta: ci saranno applausi ed ovazioni!

Dosi per una torta a due strati.

Ingredienti per l’impasto:

  • 360 gr di farina per dolci
  • 25 gr di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 310 gr di zucchero
  • 360 ml di olio di semi di girasole
  • 2 uova grandi
  • 1 cucchiaio di colorante rosso in gel
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 250 ml di latticello
  • 1 cucchiaino e ½ di bicarbonato
  • 2 cucchiaini di aceto di vino bianco

Ingredienti per il frosting:

  • 240 gr di burro, a temperatura ambiente
  • 480 gr di formaggio Philadelphia in panetti (6 panetti)
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 200 gr di zucchero a velo setacciato

Preriscaldo il forno a 180°. Imburro 2 tortiere tonde da 20cm, fodero il fondo con la carta forno e imburro nuovamente il fondo. Infarino le teglie ed elimino l’eccesso. In una ciotola setaccio 2 volte la farina, il cacao e il sale (è un pò macchinoso ma il risultato cambia in meglio, garantito!).

Nella ciotola del mio mixer elettrico KitchenAid, dotato di frusta a filo, miscelo bene lo zucchero e l’olio. Aggiungo le uova, una alla volta, mescolando bene prima di ogni nuova aggiunta. Incorporo il colorante rosso e la vaniglia. Sostituisco l’attacco con la frusta piatta. Aggiungo la miscela di farine in 3 tempi, alternata a 2 aggiunte di latticello, senza mescolare eccessivamente.

In una ciotolina combino il bicarbonato e l’aceto (reagiranno e faranno la schiuma ma è del tutto normale). Unisco il composto all’impasto e mescolo per pochi secondi. Distribuisco l’impasto equamente tra le due teglie ed inforno:

Red Velvet 01

Faccio cuocere per circa 35 minuti, o fino a quando uno stuzzicadenti inserito al centro esca pulito. A cottura ultimata, estraggo le teglie dal forno, le trasferisco su di una gratella e le lascio raffreddare completamente:

Red Velvet Cake 02

Prepararo il frosting: ammorbidisco il burro con il mixer elettrico a velocità media. Riduco la velocità e incorporo un panetto alla volta di formaggio. Aggiungo la vaniglia e quindi lo zucchero a velo setacciato. Faccio miscelare bene per circa 5 minuti a velocità bassa.

Nota: decorando questa torta mi sono ricordato di quanto mi piaceva, quando ero piccolino, giocare al muratore con la cazzuola e il cemento… Che ricordi! ^__^

Posiziono alcune strisce di carta da forno sul piatto da portata, per evitare di sporcarlo in fase di decorazione):

Red Velvet Cake 03

Posiziono il primo disco di torta sul piatto e aiutandomi con un coltello seghettato taglio la calotta per livellarla:

Red Velvet Cake 04

Cercate di fare come me, resistete a non papparvene almeno uno dei due, perché ci servirà in seguito!

Red Velvet Cake 05

Distribuisco una dose generosa di frosting sulla superficie, facendo attenzione a non arrivare esattamente al bordo:

Red Velvet Cake 06

Rifilo anche il secondo disco e lo posiziono capovolto sopra al frosting, premendo leggermente per distribuire bene il ripieno:

Red Velvet Cake 07

Aiutandomi con una spatolina, ricopro tutta la torta con uno strato sottile di frosting. Non preoccupiamoci se i bricioli si vedono, questo primo strato si chiama “crumb coat” (letteralmente “cappotto per i bricioli”) e ha proprio la funzione di sigillare qualsiasi briciolo fuggitivo:

Red Velvet Cake 08

Trasferisco la torta in frigorifero per almeno un’ora, allo scopo di far solidificare questo primo strato (io l’ho lasciata tutta la notte). Successivamente, decoro la superficie della torta aiutandomi con una spatolina ricurva:

Red Velvet Cake 10

Rimuovo con cura i fogli di carta da forno e decoro la superficie della torta con i bricioli della calotta della prima (o della seconda) torta. La conservo in frigorifero e la lascio a temperatura ambiente per almeno un paio d’ore prima di servirla. E quando si tagliano le fette, la torta cattura l’attenzione in tavola:

Red Velvet Cake 11

Buon appetito e buona settimana! ^__^

 

 

Condividi questa ricetta

110 pensieri su “Torta Red Velvet”

      1. Volevo chiedere una cosina:
        L’impatto va diviso in due teglie da 20 cm, possedendo una teglia da 20cm alta 10cm posso versare tutto l’impasto in un’unica teglia?!

        1. ciao Carmen, meglio dividere l’impasto in due, così cuoce prima e non corri il rischio di abbrustolire troppo la superficie a scapito dell’interno (PS: anche a me piacciono le torte altissime e ho anch’io una teglia così alta!). Perdona il ritardo della risposta e buon 2016! 🙂

  1. Bravissimo francy !!! Ho sempre desiderato fare questa torta proverò sicuramente a farla.. Grazie x la ricetta <3

  2. Francesco e’ davvero buona questa torta, lo sai che mi hai fatto venire una voglia di prepararla, domani faccio spesa e prendo gli ingredienti, la tua oltre ad essere cosi’ bella e perfetta si vede che e’ soffice, bravissimo!!Buon inizio settimana, con affetto Laura.

      1. L’ho fatta Francesco ed ho anche postato la ricetta, la tua, sei bravissimo, adesso la Devil, ho visto su fb, mamma mia, aspetto la tua ricetta, sei fantastico, a tavola e’ piaciutissima, menomale che eravano in tanti, altrimenti povera me, 🙂 un bacione e alla prossima favolosa ricetta!!!

        1. Grazie Laura, è una gran soddisfazione quando a tavola non rimangono neanche le briciole vero?! 🙂

  3. Mamma mia Frnacesco…strepitosa la tua red velvet!!!
    Anche qui una standing ovation con per La Grande Bellezza, anzi chiamerei la tua torta proprio La Grande Bellezza in onore del sucesso di Sorrentino e tuo ^_^

  4. mitico Francesco,la proverò sicuramente. Già è stato amore con i red velvet cupcakes…quindi.

    p.s. hai messo i “tasti” stampa e formato pdf come ti avevo richiesto….GRANDEEEEEE

  5. Bellissima e sicuramente buonissima! Ho sempre voluto farla e adesso con questa ricetta chiarissima voglio proprio provare! Ma il LATTICELLO come lo faccio? Esiste già pronto? Grazie a chi mi risponderà… Ciao!!

    1. Grazie Gio! Fai come me il latticello a casa: stessa quantità di latte al quale misceli il succo di un limone. Fai riposare per 15 min et volià!

  6. Domanda: usare lo yogurt bianco al posto del latticello… cambia di molto?? Bisogna poi aggiungere o togliere qualcosa?? Grazie!!

    1. Ciao Ros, il latticello reagisce con il bicarbonato e promuove la lievitazione. Se vuoi usare lo yogurt bianco prova con quello intero! 🙂

  7. come al solito riesci sempre a sorprendermi: il trucchetto dei fogli di carta forno da rimuovere dopo averla ricoperta è geniale!!! sei insuperabile, Francesco!
    p.s. sta per nascere il mio blog, ti chiamerò al …battesimo! 🙂

  8. Complimenti!!! mi piace moltissimo il tuo modo di presentare le ricette, e a quanto sembra i tuoi dolci devono essere squisiti, di sicuro mi metterò all’opera molto presto seguendo le tue super ricette! Bravo!!

  9. Ciao Francesco, ti seguo da tempo e le tue ricette dei cupcakes sono sempre un successo assicurato!!
    Ho ordinato su Amazon le tortiere tonde da cm.20 per questa fantastica torta, ma purtroppo sono arrivate leggermente coniche…come faccio per sovrapporle??
    Grazie del consiglio

    1. Ciao Paola, grazie che bello! Per le teglie, prova a rifilare le torte, una volta estratte dalle teglie, per dare loro una forma più a cilindro. Poi col frosting rimedierai qualsiasi imperfezione! 🙂

  10. Ciao, ho scoperto il tuo blog da poco e ancora non ho provato a fare nessuna delle tue ricette ma…ce n’è già qualcuna che ho in programma di eseguire! 😉 La red velvet ho già provato a farla con una ricetta ma…non mi ha soddisfatta per niente! E quella originale…mi sa un po’ di ‘mattone’…viste le quantità industriali di burro presenti! Ora mi voglio cimentare con la tua mi ispira troppo!!! 🙂

    1. Ciao Simo, benvenuta e grazie per il commento! Provala, io l’ho già fatta diverse volte e ne sono sempre stato contentissimo. Poi fammi sapere come ti viene! A presto! 🙂

  11. Ciao Francesco , volevo chiederti una cosa mi vorrei cimentare nella preparazione della red velvet maio non ho il Kitchen Aid per prepararla, siccome leggo frusta a filo …se uso una comune frusta elettrica viene bene lo stesso ? grazie ciao

  12. Ciao Franceso, ho scoperto il tuo blog da circa un mese e trovo le tue ricette fantastiche, ho fatto proprio oggi la red velvet ed è stata un successo!! Ho fatto anche la de il e 6 tipi di cupcake, soltanto che adesso me li chiedono di continuo perché a molte persone non vengono così buoni… Adesso cercherò di farle un po’ tutte è ti farò sicuramente sapere!! Sei fantastico! Grazie delle tue stupende ricette!!!!

    1. grazie Cri, che piacere! Anche a me la red velvet piace tantissimo, ma a dirla tutta mi piace più vedere le facce meravigliate quando, una volta tagliata la torta, la fetta è rosso fuoco all’interno! Brava, ormai ti sei lanciata e chi ti ferma più! 🙂

  13. Ciao Francesco! Questa torta è spettacolare! Vorrei farla per un compleanno ma al posto della philadelphia posso mettere il mascarpone e la panna? in che quantità? grazie in anticipo =)

    1. Ciao Kiara, trovi la ricetta del frosting al mascarpone nella sezione ‘frosting’ sul blog… È un frosting che adoro!

  14. Bellissima! Ma volevo informazioni sulla torta che vedo nello sfondo. Assomiglia tanto ad una americana con il gusto alla cannella e “frutta secca”? L’ho mangiata in un pub…..sublime! Se sai la ricetta….. grazie!

    1. Fuochino Angy… In realtà è una carrot cake che ho sempre fatto io, pubblico la ricetta tra un pó!

  15. Ciao sono Francesca. Posso chiedere che dimensioni hanno le 2 teglie? X capire in quanti possiamo mangiarla;-). Grazie

    1. ciao Fra, certamente: le teglie misurano 20 cm di diametro. una torta a due piani come nella ricetta sfama facilmente 12 persone (o 6 super-golose!!!) 🙂

  16. Ciao Francesco trovo le tue ricette fenomenali. Della red velvet non ho ben capito se le quantità di farina, sale e cacao devo pesarle due volte (perchè quantità relative ad un inpasto) opp è la quantità per entrambi e devono essere setacciate due volte? grazie

    1. ciao Mariangela, grazie mille! hai detto bene la seconda volta: farina/sale/cacao vanno setacciate 2 volte, per rendere l’impasto ancora più morbido. fammi poi sapere com’è venuta! 🙂

  17. Ciao Francesco trovo le tue ricette fenomenali. Della red velvet non ho ben capito se le quantità di farina, sale e cacao devo pesarle due volte (perchè quantità relative ad un impasto) opp è la quantità per entrambi e devono essere setacciate due volte? grazie

  18. Ciao Francesco, ho scoperto oggi il tuo blog seguendo in TV la preparazione della Red Velvet. La torta mi era sembrata sublime e i commenti me lo confermano!
    Vorrei prepararne una versione vegana.
    E’ possibile sostituire le uova con un ingrediente non animale?
    Grazie e tanti complimenti!!

    1. ciao Maria, grazie che bello! Sto studiando una versione vegana della red velvet, che pubblicherò sempre su questo blog… nel frattempo però curiosa pure le altre ricette vegane, ci sono sia il cupcake alla vaniglia che quello al cioccolato (che ha un golosissimo frosting proprio all’avocado!) 🙂

  19. ciao francesco ,sono anna ,ti posso chiedere per favore le dosi di latte e aceto che hai messo per fare il latticello?ti ho visto oggi nel mix di caterina balivo però ero distratta e non ho memorizzato per fortuna che hai detto che hai questo blog…..grazie mille anticipatamente e……complimenti!!!!!!!!!!!!!!!si vede che sei bravissimo!!!!!!!!!!!!!!!devi sapere che a me piacciono molto le cose naturali per cui questo lievito sono sicura che lo proverò e che mi piacerà tantissimo!

    1. ciao Anna, grazie a te per il bel messaggio! la dose è 250 ml di latte al quale mescoli il succo di 1 limone e poi lasci riposare per circa 15 minuti. fammi poi sapere come ti è venuta! 🙂

  20. Ciao Francesco. Secondo te posso utilizzare queste dosi anziché per due teglie da 20, per una da 28?
    Mi serve come base per una torta da decorare, quindi non mi serve molto alta, ma bella larga ^_^
    Ah poi volevo chiederti come mai a differenza dei cupcake red velvet in questa versione a torta l’olio supera di gran lunga il quantitativo del burro?
    E comunque resta che sei mitico

    1. Ciao Marika, grazie per il bel complimento! Secondo me la quantità va bene, certo non verrà altissima ma se la usi come base dovrebbe fare il suo lavoro. In questa ricetta l’olio è maggiore perchè avendo la torta una superficie totale maggiore, meglio darle più morbidezza ed elasticità. A presto!

      1. S P E T T A C O L O !!!!!!!!!!
        Fatta! E’ venuta perfetta, anche abbastanza altina e di una bontà unica!
        L’ho fatta gluten free, perchè il festeggiato era il mio piccino, che è celiaco.
        Buonissima…è andata a ruba.
        Poi cerco di metterti su fb le foto 😉
        Non mi deludi mai

  21. ciao volevo chiederti ma la farina per dolci intendi quella già con il lievito giusto non la 00 ? comunque bellissima questa red velvet

    1. Ciao Lidia, grazie! No, in realtà la farina per dolci è una miscela sempre di farina ma più fina, che produce torte molto soffici. Se non la trovi al supermercato, usa la normale 00 ma sostituiscine un 20% con la fecola di patate.

  22. Ti ho scoperto ieri e oggi in frigo c’è già la red velvet quasi pronta per il compleanno di mio figlio di domani !non ho avuto problemi in nulla solo il colorante mi ha deluso ma come prima prova sono più che contenta ! Grazie cdi cuore!

  23. Ciao Francesco, usando uno stampo da 28 cm e volendola fare a tre strati, devo raddoppiare le dosi oppure fare solo metà in più?
    grazie mille 🙂

  24. Ciao Francesco. Ho iniziato a seguirti da poco e sotto consiglio di mia sorella (che non sbaglia un colpo!).
    Ho provato a fare questa ricetta per filo e per segno, ma le basi dopo 35 minuti a 180° non si sono cotte all’interno, ma addirittura appena bruciacchiate all’esterno. Come è possibile? 🙁

    Poi, ho utilizzato un colorante in polvere e ho utilizzato una bustina da 10 gr che si è rivelata (come sospettavo) un pò pochino. Quindi l’impasto era completamente marrone! XD Quanto ne serve, di preciso?

    Grazie mille! E complimenti per il sito! ;D

  25. Ciao Francesco ti ho visto nel corso della puntata di Detto Fatto quando hai proposto la tua red velvet ma notavo che cambiano le quantità degli ingredienti per il frosting rispetto a quelle del tuo blog. Mi chiedevo quale delle due ricette sia attendibile. Spero mi risponda presto perchè ho intenzione di farla questo weekend per un’occasione speciale. Un bacio Manuela

  26. Ciao Francesco… ti volevo chiedere una cosa…. posso NON mettere il cacao amaro o sostituirlo?
    mio papà non può mangiare cose ne con il cioccolato e ne con il cacao…. e non voglio fare dolci che lui non può mangiare perché li faccio principalmente per lui… però la red velvet mi “intriga” parecchio e vorrei provarla fare! =D
    P.S. sei bravissimo… le tue ricette mi piacciono un sacco!!! =D

    1. Ciao Sara, certo che puoi, ovviamente diventa un altro tipo di torta ma non penso sia un problema. Sostituisci al cacao la stessa quantità di farina per dolci.

  27. Francesco ciao una domanda tecnica anzi due: cottura forno ventilato o statico? meglio cuocere una alla volta o tutte e due insieme?

    Colorante: se volessi usare quello in polvere, sapresti dirmi le dosi? Mille grazieeeeeeeeeeeeeeee

  28. Ciao Francesco, complimenti per questa bellissima e buonissima torta, io volevo chiederti due cose, beh, la prima è una sciochezza posso cambiare il colore per farla diventare una blue velvet? 😛 mi serve di quel colore per la torta di compleanno di mia figlia…e la seconda cosa è questa, io devo foderare la torta con la pasta di zucchero perchè ci devo costruire un castello (scusa ma sono alle prime armi) posso buttare la pasta di zucchero sul frosting? oppure mi fa diventare la pasta morbida e potrebbe staccarsi?? cosa mi consigli per far si che la pdz stia su? grazie se vorrai rispondermi 🙂

    1. Grazie Ale!! Bella l’idea del blu, approvo in pieno! E per la pdz usa la crema al burro perchè il philadelphia potrebbe far stingere la pdz.

  29. Ciao Francesco,
    complimenti per il blog e le ricette…un tesoro da non perdere!
    Domanda: ho una sola teglia da 18 cm di diametro…posso usare le stesse dosi che indichi? farei una sola teglia che poi a fine cottura taglierei a metà. Va bene lo stesso?
    Grazie!

    1. ciao Gaia, grazie! 🙂 Io ti suggerisco di fare due cotture in tempi diversi, per evitare di cuocere troppo a lungo una unica torta e magari rischiare che ti si asciughi troppo all’esterno. Buon anno! 🙂

  30. In quanta percentuale posso sostituire l’olio di semi di girasole (che a me non piace) con il burro? Grazie mille!

    1. Ciao Nora, prova con l’olio di soia al limite, perché sostituire l’olio al burro fa diventare questa torta ancora più morbida! 🙂

  31. Che tristezza! Ho usato il colorante in polvere ed è venuta marrone. In gel proprio non l’ho trovato in zona verona.
    Comunque ho seguito la ricetta per bene e la torta sta crescendo mi è scappato un po troppo latticello -.-” speriamo sia buona lo stesso 🙂 complimenti comunque per le ricette bravo bravo!!

    1. Mi dispiace Meli, ecco perché io preferisco i coloranti in gel, che sono più brillanti… Però immagino sia venuta bene, vero? Fammi sapere! 🙂

  32. Ciao Francesco e complimenti!
    Sono sincera, ho trovato il tuo blog per caso e lo trovo davvero fatto molto bene.
    Ho letto che per una teglia da 28 cm consigli di raddoppiare le dosi di tutti gli ingredienti, me lo confermi?
    E quanto deve stare in forno?
    Ti ringrazio in anticipo.
    Buona serata
    Laura

    1. Ciao Laura,

      il raddoppio vale per il pandispagna… per la red velvet invece suggerisco lo stampo piccolo da 20 o max 22 perchè altrimenti raddoppiare le dosi diventa difficile in quanto va calibrato bene il liquido per non fare un pasticcio…

  33. Ciao, qual’ e’ l’ altezza della teglia?
    Io ho purtroppo una sola teglia da 20 cm, alta però 10cm.
    Posso usare quella e poi tagliare la torta a metà o e’ meglio cuocere 2 torte?
    Grazie!

    1. Ciao Lori, l’altezza delle mie teglie è di 5cm, ti consiglio però di cuocerne una alla volta, quindi 2 torte diverse, perchè altrimenti i tempi di cottura cambiano…

    1. Ciao Ros, in realtà meglio farlo fresco al momento, ovviamente si può conservare in frigorifero x qualche giorno ma meglio usarlo sempre nuovo! 🙂

  34. Ciao! Una domanda: si può sostituire il latte al latticello invece dello yogurt? O viene troppo liquida? Al mio ragazzo non piace il sapore dello yogurt, non l’ho mai assaggiata quindi ho paura che il sapore dello yogurt sia troppo forte. Sbaglio?
    Grazie mille

    1. Ciao Sara, in realtà serve un liquido acido come il latticello o lo yogurt per reagire col bicarbonato. Lo yogurt non si sente, fidati! 🙂

  35. Ciao, fantastica ricetta!
    Posso sostituire in qualche modo la Philadelphia? Sono intollerante al lattosio e qui dove abito io è raro trovare della Philadelphia che non ne contenga.
    Grazie mille!

    1. Ciao Vero, in realtà questa ricetta prevede il frosting al Philly… Al limite prova a sostituire con la meringa svizzera, anche se poi dovrai cambiare il nome alla torta!

  36. wow, sei bravissimo! Sto provando molte tue ricette e devo dire che sono eccezionali e semplici.. Adoro la red velvet da quando l’ho mangiata a NYc e devo dire che la tua versione e altrettanto buona.

    1. Ciao Debbie, stessa quantità di latte con 2 cucchiai di aceto o succo di limone e fai riposare per 5 minuti.

  37. Ciao!!
    Ti seguo già da un po’ e le tue ricette sono sempre eccezionali!
    La scorsa estate ho provato la ricetta per le CupCakes red velvet, la prossima settimana proverò con la regina delle torte. Avrei bisogno di un chiarimento….. Non riesco a infornare le due teglie in un unico ripiano del forno…..come le dispongo? Nel caso, posso infornarne prima una e poi l’altra?

  38. Ciao ..Inotato complimenti. ..ogni tua ricetta è un sicuro successo…. volevo solo chiederti se con una teglia 32 ca bene raddoppiare le dosi o se può risultare un problema? Grazie e ancora complimenti

    1. Ciao Fede, grazie! Io ti consiglio di non raddoppiare le ricette perché la proporzione tra liquidi e farine potrebbe essere sempre un piccolo problema. Se riesci, prova a cercare una teglia più piccola, anche in alluminio usa e getta.

  39. Ciao francesco… complimenti….questa torta è buonissima!!! è stato un successone… Volevo chiederti ma la si può preparare senza il colorante ?? il sapore mi fa impazzire ma non mi va di mettere tutto quel colorante…secondo te?

  40. ciao Francesco! ho provato la ricetta ed è venuta benissimo, l’unica cosa in cui non sono riuscita è dare la colorazione rosso vivo nonostante abbia seguito la dose da te consigliata; la mia ha un colore tipo bordeaux. Ho usato colorante gel, mi puoi dire la marca di quello che usi tu? grazie!!

  41. ciao francesco. complimenti per le tue tante ricette. vorrei avere due informazioni: la prima è che vorrei farla nella teglia della chiffon cake, vorrei sapere le dosi xke con questa dose mi uscirebbe fuori. e poi il frosting è possibile farlo in un altra maniera? perche non mi piace molto l’accostamento con il formaggio, grazie mille

    1. Ciao Ros, innanzitutto grazie! Dipende dalla grandezza della tua teglia, questa ricetta è per una doppia teglia da 20cm. In realtà il frosting classico della red velvet è quellonal philadelphia, ma puoi provare con la panna montata oppure con il mascarpone!

  42. Ciao!! Io devo fare una torta a forma di pallone… perciò pensavo di usare la teglia quella tonda a forma proprio di mezza palla, per poi dividere i due impasti, così come li hai divisi tu nelle due teglie, ma in due volte nella mia teglia rotonda, pensi che possa venire bene lo stesso? Grazie mille!!!

  43. Ciao, volevo fare una red velvet non troppo alta così pensavo di fare un solo impasto, e poi a cottura ultimata tagliarla( anche perchè dalla tua foto vedo che un singolo strato è abbastanza alto), con la tua ricetta devo dimezzare le dosi? e vale anche per il frosting al mascarpone? Grazie 🙂

  44. salve…ho comprato un tubetto color gel rosso…solo che mi sono accorta che sta scritto “COLOR GEL”colorante alimentare per decolorazioni…è la stessa cosa??ed è di 20gr uno basta per un pan di spagna di 20cm??
    attendo vostre risposte

  45. Ciao Francesco,

    ho notato che nell’impasto non c’è burro ma solo olio di semi di girasole…è corretto così?
    Una volta cotta non sa troppo di olio?
    Devo farla entro domani mattina e ti chiedo se riesci a darmi una risposta a breve!
    Grazie mille!

    1. Confermo Gaia, viene morbidissima solo con l’olio e non si sente per niente (a patto che non sia di oliva)!

  46. ciao Francesco, sono neofita dei dolci ma da quando il mio compagno a Natale mi ha regalato il KitchenAid mi sto sbizzarrendo alla grande! Ho una domanda: in assenza di burro e quindi sostituendo l’olio al burro, occorre dal principio lo stesso lavorare lo zucchero con l’olio, come tu descrivi in questa ricetta, oppure si può partire facendo montare le uova per poi incorporare successivamente la farina, il latte, l’olio ecc?
    Noto che ci sono parecchie scuole di pensiero..
    grazie in anticipo e complimenti per le ricette!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *