Frosting al Philadelphia

All’inizio ho avuto un rapporto di amore/odio con questo frosting, perché veniva troppo liquido o troppo dolce. Poi ho scoperto che usare i panetti di alluminio invece del formaggio in vaschetta faceva tutta la differenza del mondo – e da allora è diventato uno dei miei cavalli di battaglia.

Ingredienti:

  • 240 gr di formaggio Philadelphia in panetti, freddo di frigorifero (attenzione a non usare il formato in vaschetta perchè il risultato finale è troppo liquido!)
  • 120 gr di burro freddo di frigorifero
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi raschiati di un baccello di vaniglia)
  • 190 gr di zucchero a velo, setacciato

Nella ciotola del mio mixer elettrico KitchenAid, dotato di frusta piatta e a velocità media, faccio ammorbidire il burro fino a che diventi spumoso. Riduco la velocità del mixer al minimo, per non incorporare troppa aria, e aggiungo poco per volta il Philadelphia a tocchetti, mescolando bene:

cupcake carote e nocciole 03

Di tanto in tanto, fermo il mixer e raschio bene la ciotola con una spatola per amalgamare bene gli ingredienti. Aggiungo l’estratto di vaniglia. Incorporo gradualmente lo zucchero a velo e lascio andare il mixer a velocità lenta per 4-5 minuti. Uso immediatamente il frosting sui cupcake completamente raffreddati. Per conservarlo, posso riporlo in frigo per 3-4 giorni in un contenitore ermetico, oppure congelarlo anche per 1 mese.

Posso aromatizzare il frosting al Philadelphia incorporando i seguenti ingredienti (tra le tantissime opzioni): al caffè (sciogliendo 1 cucchiaino di caffè solubile nell’estratto di vaniglia), al cioccolato (aggiungendo 100 gr di cioccolato fondente sciolto al microonde e lasciato raffreddare a temperatura ambiente):

Frosting alla Vaniglia, Caffé e Cioccolato

Guarda il video su PANDISPAGNA TV!

80 pensieri su “Frosting al Philadelphia”

  1. Ciao,ti avevo scritto ma non so se ho inviato il messaggio,scusami se ti arriva 2 volte.devo fare 30 cupcake per una festa di carnevale per dei bimbi di tre anni.quanto prima posso prepararli?il frosting qual è più indicato e quanto prima posso decorarli?dopo li conservo in frigo?grazie e scusami,attendo una tua risposta.ciao Fabiola

    1. Ciao Fabiola, spero la risposta non sia troppo in ritardo… Una decorazione carinissima, che si puó fare anche qualche gg prima, è alla meringa e cioccolato. Oppure la classica al Philadelphia ma questa va decorata quasi al momento. A presto! 🙂

    2. Ciao Francesco, sabato ho tentato di preparare questo frosting aromatizzato al limone seguendo la tua ricetta e i tuoi consigli (ad esempio la philadelphia in panetti). Il problema é che il risultato era troppo liquido e di conseguenza impossibile da lavorare con la sacca da pasticcere. Il problema potrebbe essere stato che al posto di utilizzare lo zucchero a velo confezionato ho utilizzato dello zucchero classico macinato ulteriormente da me per ottenere un prodotto simile allo zucchero a velo? Altrimenti non saprei come altro spiegarmi l’inconveniente. Grazie mille!

  2. Ciao Francesco! Ho provato questo frosting ed è davvero ottimo per decorare 🙂 Secondo te potrebbe andar bene anche come farcitura per una torta a 3 strati (con un pan di spagna semplice o una quattro quarti come basi) ?
    Grazie per condividere le tue idee 🙂

    1. Ciao Silvia, che bello sono contento ti sia piaciuto! Eccome si puó usare, su torte come la Red Velvet è decisamemtr ‘la morte sua’! 🙂

        1. ciao Anna, meglio di no perché il Philadelphia tende a “corrodere” le decorazioni in zucchero, idem per la pdz. Meglio in quel caso la panna montata o la marmellata per farla aderire bene alla torta.

          1. anche la crema al burro è indicata per farcire le torte coperta in pdz 🙂

  3. Ciao Francesco,
    Complimenti x il tuo blog e le tue idee. Noi non ci siamo mai incontrati di persona ma ti conosco perché ho lavorato tanti anni alla Technogym.
    Ora da quasi 5 anni vivo negli Stati Uniti. Ho appena iniziato a fare un corso base di cake design e l’icing che usano qui (immagino tu lo conosca molto bene!) non mi piace proprio, troppo zuccheroso e troppo dolce! Ho provato il tuo frosting al philadelphia ed è buonissimo! Secondo te si presta bene anche x ricoprire e decorare una torta? Le decorazioni resistono? Si può aggiungere eventualmente qualcosa x far si che resistano più a lungo? Grazie mille!!!

    1. Ciao Nico, che combinazione e come è piccolo il mondo! Che bello vivere negli USA, io ho abitato a San Diego per 3 anni e posso capirlo bene… Sono contento ti piaccia il frosting al Philadelphia, pensa che con quello ci si può ricoprire e decorare praticamente qualsiasi torta! Io ho farcito e decorato la Torta Red Velvet, la Carrot Cake e praticamente qualsiasi tipo di cupcake, visto che si può aromatizzare benissimo al cioccolato, al caffè, alla cannella, etc. Usa decorazioni “naturali” come granella di nocciola, riccioli di cioccolato o gherigli di noce, perché se dovessi mettere decorazioni in zucchero, il Philadelphia tenderebbe a “corrodere” il colore e a farlo colare sulla torta, che non è bello da vedere. A presto! 🙂

    1. Grazie Anto, benvenuta nella mia ‘cucina’! Ti invito anche a seguire la pagina Facebook ‘Pandispagna’ con gli aggiornamenti delle mie avventure in tempo reale!

  4. Ciao Francesco,alla fine li ho fatti i cupcake con il frosting al Philadelphia ma è stato un disastro.ho fatto tutto come da ricetta,ma è venuto liquido!!! Sono riuscita a risolvere,facendolo addensare.comunque ti volevo chiedere,io ho il bimby che purtroppo mi hanno regalato,forse non è adatto per queste preparazioni,che faccio vado di fruste? Va bene? Ciao grazie

    1. ciao Fabiola, accidenti che peccato… per quanto un grande attrezzo (che personalmente non conosco ma ho amiche alle quali ha cambiato la vita!), in questo caso bisogna stare attenti perché le lame, ruotando molto velocemente, potrebbero scaldare troppo il composto, facendolo quindi diventare troppo liquido. in alternativa, vai pure di fruste, questo te lo dico per esperienza diretta. A presto! 🙂

  5. Che quantita dovreí fare per coprire due torte di diámetro 26 e 20 cm vorrei creare il effetto rose, questo frosting mantiene le forme? Posso colorarlo?
    Grazie

    1. Ciao Karina, meglio usare un altro tipo di frosting se devi fare decorazioni elaborate, ti rispondo al commento sull’altro post!

  6. Ciao! Complimenti per il tuo blog, ormai è il mio punto di riferimento!! Purtroppo averlo scoperto da poco! E questo frosting è super!

  7. Ciao Francesco!
    Dopo una interminabile giornata di lavoro (ingegnere…che mal di testa!) ho provato il tuo frosting al philadelphia sulla cheescake!
    Che dire!
    – veloce!
    – semplice!
    – glolosa!
    – fresca!
    Quindi…
    GRAZIE PER AVER CONDIVISO QUESTA MERAVIGLIOSA RICETTA!

    1. grazie a te per il commento Sandra! Pensa che a breve pubblicherò una ricetta di cheesecake… ma senza usare il forno!! Ideale per l’estate! 🙂 🙂

  8. Caro Francesco,
    mercoledì scorso ho avuto ospiti i miei zii e le mie cugine e ho pensato di fare una torta di carote(la ricetta già collaudata e adorata in casa mia ) l’unica pecca era la cream cheese : ne ho provate svariate e nessuna, dico nessuna, mi era mai uscita bene, per questo ho sviluppato come te l’amore-odio. Buonissimo il sapore, ma ingestibile la consistenza. Ho deciso quindi di dare uno sguardo ai tuoi “frosting”e ho detto: proviamo a fare la ricetta di Francesco, magari è la volta buona che esce la consistenza giusta.
    Non trovando i panetti da 80 gr della philadelphia ho dovuto acquistare la vaschetta grande e ho pensato: “mettiamola a scolare nel telo di cotone tutta la notte” e la mattina ho trovato tantissima acqua sul fondo della ciotola, mentre la philadelphia era ben compatta. Ho seguito la tua ricetta alla lettere e non ho avuto nessun problema! Non si è sciolta, rammollita, disfatta…insomma…bella gonfia e aerata, mi ha permesso di farcire al meglio la mia carrot cake 🙂 Quindi grazie per la ricetta . Un forte abbraccio . Anaïs

    1. Ciao Anais, grazie per il bel commento e complimenti per non esserti arresa alla prima difficoltá, questo é l’atteggiamento giusto! E brava per aver fatto scolare il formaggio, sicuramente avranno slampato la tua torta a tempo di record!! 🙂

      1. La soddisfazione maggiore è vedere la gente inizialmente scettica perché sente le parole torta e americana nella stessa frase, se poi ci mettiamo la parola philadelphia non parliamone, poi al primo assaggio rimangono sorpresi e fetta dopo fetta la torta sparisce. Alla faccia dei pregiudizi 🙂 😉 Sarei felice tu facessi un giro sulla mia pagina di Facebook . Ovviamente è un piccolo luogo in cui mi diverto a mettere le foto delle creazioni che riesco a mettere in tavola, nulla a che fare con il tuo meraviglioso blog. Ne sarei davvero onorata se facessi un salto, anche solo a curiosare: https://www.facebook.com/PasticciandoconAnais?fref=ts

        Grazie ancora Francesco 🙂

        1. ciao Anais, sono completamente d’accordo con te sui pregiudizi in merito alle torte americane! 🙂 E ho fatto un salto sulla tua pagina, complimenti!! 🙂 🙂

          1. Purtroppo caro Francesco, mi rendo conto che l’America viene vista solamente come il luogo degli obesi, dei cibi precotti, del cibo spazzatura e questo, a parer mio non é assolutamente vero, anzi. La cucina e la pasticceria americana, sono state per me una grande scoperta( non a caso ho comprato libri di cucina americana e di pasticceria(La mitica Martha occupa un bello spazio nella mia libreria

  9. Ciao, sei molto bravo complimenti
    Ho bisogno di sapere quante cup cake riesco a farcire con questa quantita’ devo farne 80 x i 18anni di mia figlia.
    Grazie

  10. Ciao Francesco aiuttooooooo, ho dovuto buttare tutto il mio frosting sembrava che avevo messo il caglio, in questi casi cosa devo fare?
    grazie mille
    Paty

  11. Ciao sorridente Francesco, innanzitutto mi congratulo per le tue ricette e soprattutto per la tua fantasia! Ti ho conosciuto qualche settimana fa tramite una clip di california bakery e ho subito voluto provare i tuoi red velvet cupcakes. Che dire, divini. La base veramente soffice…non me l’aspettavo. Il frosting mi è stranamente venuto subito al primo tentativo nonostante le fruste a mano, ottima consistenza. Unico problemino…a tratti risultava piccante! Sì, sì, proprio piccante! Cosa potrei aver sbagliato? Il burro e la philadelphia erano buoni e freschi di frigo, lo zucchero fatto al momento. Unica variante non avendo l’estratto di vaniglia ho usato la vanilina…potrebbe essere stata colpa sua? O forse ho fatto impazzire il burro? Mah…
    Baci, a presto

    1. Ciao Ann,
      non sono Francesco, ma ci tengo a darti un consiglio: non utilizzare l vanillina in quanto chimica e poco salutare. Privilegia invece un buon estratto naturale di vaniglia: oltre ad essere naturale é anche più saporito e profumato. Inoltre gli ingredienti sarebbe meglio non utilizzarli freddi di frigo ma toglierli un 2 orette prima di utilizzarli . Per il resto mi rimetto a Francesco. Un caro saluto .

      1. Sono d’accordissimo ma dato che non è di facile reperibilità (o almeno nel mio paesino…) per la fretta ho preferito “arrangiare”. La prossima volta rimedierò, ma volevo sapere se fosse solo questo o potrebbe essere altro…Anche io sono solita togliere dal frigo gli ingredienti molto prima, ma la ricetta del frosting richiede che siano proprio freddi di frigo, e infatti la consistenza ne risente molto.

        1. Ciao Ann, intanto ringrazio Anais per la risposta e il consiglio sulla vaniglia, che ovviamente approvo in pieno. Sono invece d’accordo con te sulla “freddezza” degli ingredienti perché la consistenza sicuramente ne guadagna. Il frosting piccante?! Wow, questa mi mancava… 🙂 Quando dici “zucchero appena fatto” ti riferisci al fatto che lo hai frullato tu e reso super-fino? Potrebbe essersi ossidato e conferire un sapore “piccante”? Oppure la soluzione più semplice ma a volte trascurata: non è che erano rimaste tracce di qualche altro ingrediente piccante usato per qualche altra preparazione? 🙂 🙂

  12. Ciao, il tuo frosting è fantastico, una vera rivelazione. Con la doppia dose però non mi è riuscita, è rimasta liquidissima. Può essere?
    Grazie!

    1. Milly hai usato formaggio in vaschetta o in panetti? Io l’ho pure triplicata ed è sempre venuta… M nraccomando usa sempre i panetti!

  13. Ciao, innanzitutto complimenti e grazie per le ricette! Volevo chiederti come fare per farlo al cioccolato bianco, mi spiego ho letto nella ricetta del frosting al cioccolato che consigliavi se uno lo voleva fare al cioccolato bianco di usare il frosting al philadelphia.. Come dovrei aggiustare la ricetta e le dosi? Grazie!

    1. ciao Vero, grazie a te! 🙂 Per il frosting al cioccolato bianco comincia con la base classica burro/philadelphia, poi aggiungi il cioccolato bianco sciolto al microonde e raffreddato. Infine aggiusta (se lo ritieni necessario) la dolcezza con lo zucchero a velo. Buon anno! 🙂

  14. Ciao francesco sono simona volevo chiederti alcune cose riguardo al frosting al philadelphia….da premettere che i cupcake con questo frosting sono il mio cavallo di battaglia e tutti me li chiedeno e ne vanno matti 😉
    un’amica che mi diede la ricetta mi faceva fare….burro + zucchero e poi alla fine dovevo aggiungere il formaggio perché diceva che il burro essendo “aggressivo” rendeva poi il frosting molto morbido,ecco io vedo che tu usi un altro procedimento,vorrei tanto provarlo a fare ma, poi riesco a fare il cosiddetto “ciuffetto” bello alzato di frosting con la sac à poche??grazie mille e complimenti

    1. ciao Simo, tranquilla che con il mio procedimento, a patto di usare il Philadelphia in panetti, viene bello sodo a prova di decorazioni! 🙂

  15. Ciao ho visto le tue ricette e sono meravigliose complimenti. Volevo chiederti per il frosting al philadelphia posso sostituirlo con la robiola che é simile? Purtroppo mia sorella non so come mai non può mangiare philadelphia è come intollerante invece mangia la robiola. Grazie

    1. Ciao Maria grazie! Certo che si può, visto che anche la robiola è asciutta come il philadelphia in panetto!

  16. Ciao Francesco aiuttooooooo, ho dovuto buttare tutto il mio frosting sembrava che avevo messo il caglio, in questi casi cosa devo fare?
    Grazie mille
    Paty

    1. ciao Paty, burro e philadelphia erano della stessa temperatura? forse non hai ammorbidito bene il burro prima di aggiungere il formaggio… oppure bisognava aggiungere più zucchero a velo?

  17. Ciao Francesco.
    volevo preparare i capcake con questo frosting per il compleanno di mio figlio. se li preparo la mattina e li conservo in frigo fino alla sera posso aver problemi? è meglio utilizzare il frosting al mascarpone?
    Grazie

    1. Ciao Gloria, vai tranquilla puoi tenerli in frigorifero, io ti consiglio il frosting al Philadelphia che tiene bene il caldo!

  18. Ciao Francesco! Adoro le tue ricette, ne ho fatte molte e devo dire che hanno sempre fatto un grande successo! Tra pochi giorni devo fare dei cupcakes (precisamente la ricetta di quelli alla mela e cannella) e tu nella ricetta hai detto che ne escono più o meno 30. Per usare questa ricetta di frosting al Philadelphia dovrei raddoppiare le dosi degli ingredienti? Spero di ricevere una risposta il più presto possibile, è urgente! Grazie mille! 🙂

    1. Ciao Ginevra, grazie per il bel messaggio! Certo, raddoppia le dosi senza problemi, se dovesse avanzarti puoi sempre congelarlo e riutilizzarlo a piacere!

  19. Ciao, ho provato le tue ricette e i cupcake sono fantastici. Però il frosting è liquido, siccome mi serve per stasera e non ho tempo di rifarlo, come posso farlo diventare sodo?

    1. ciao Laura, mi dispiace di non averti risposto subito ma faccio fatica a dare assistenza “in tempo reale”… hai verificato che il philadelpia fosse in panetti di alluminio e non nella vaschetta di plastica? quella differenza è fondamentale… fammi sapere! 🙂

  20. Ciao Francesco, devo ricoprire 30 cupcakes. Quali sono le proporzioni per aumentare la dose e ricoprire 30 cupcakes?
    Grazie mille a presto!!!

    1. ciao Licia, dipende da quanto sei “generosa” con le tue decorazioni, ma puoi fare 1 ricetta e 1/2 e dovrebbe bastare. se pensi di no, raddoppiala e il frosting che avanza si può congelare benissimo! 🙂

  21. Ciao Francesco. Vorrei preparare questo frosting per decorare dei cupcakes da servire alla festa di mia figlia. quanto tempo prima posso ricoprirli? si conservano in frigo? grazie mille

    1. ciao Tatiana, certo si conservano in frigorifero e anche un giorno prima si possono decorare (non prima altrimenti perdono la loro fragranza) 🙂

  22. Ciao Francesco,
    vado matta per i cupcake e questa tua ricetta mi è piaciuta moltissimo. Ho fatto la variante al cioccolato e al caffè, così mi chiedevo dici che ci sono moltissime varianti per aromatizzare il frosting al Philadelphia quindi potresti elencarmene un paio? Ti ringrazio moltissimo 🙂

    1. ciao Celeste, in effetti ce ne sono tantissime e la fantasia non ha limiti. ad esempio:
      – aggiungi i semi di 2 baccelli di vaniglia bourbon per avere il classico effetto “a puntini” della vaniglia vera
      – aggiungi 1 cucchiaio di cannella in polvere (uno dei miei preferiti!)
      – aggiungi 50/70 gr di cioccolato bianco fuso (ma fai attenzione dopo a mettere meno zucchero a velo perchè il cioccolato bianco è già dolce)
      – aggiungi 10/12 oreo sbriciolati grossolanamente per un effetto “stracciatella”
      e così via! 🙂

  23. Ciao Francesco,
    Innanzitutto grazie per le tue ricette!
    Volevo chiederti un consiglio, siccome sono stata attratta dal tuo frosting al philadelphia e lo volevo assolutamente provare, secondo te si abbina per farcire una mud cake?
    Grazie e buona giornata!

    1. ciao Simo, anch’io ADORO il frosting al Philadelphia, è così versatile e buono che sembra un miracolo! 🙂 Certo, per me si abbina benissimo! 🙂 Perdona il ritardo della risposta e buon anno! 🙂

  24. Grazie per la ricetta, ho una domanda purtroppo per me necessaria, dato che non posso bere latte volevo usare il philadelphia senza lattosio che però è solo in vaschette, secondo te se ce ne metto meno rispetto alla tua ricetta riesco a usarlo lo stesso e non mi diventa un po’ meno liquido?

  25. Ciao Francesco e grazie ancora per le ricette 🙂
    Userò questo frosting per farcire i cupcake alla vaniglia! Poi ti faccio sapere come saranno venuti.
    Buona giornata
    MR

  26. Ciao Francesco complimenti mi fanno impazzire le tue creazioni!!! Proverò domani i cup cake e questo fantastico frosting…..ma ti faccio una domanda se il frosting lo preparo oggi e lo metto in frigo e domani decoro i cup cake? Va bene?

    1. grazie cara Cate! Certo va benissimo, pensa che puoi anche congelarlo che si mantiene benissimo! 🙂

  27. Ciao! Complimenti come al solito per il tuo blog!!! Vorrei usare questo meraviglioso frosting come ripieno di una crostata, secondo te è una buona idea? Se sì, la farcia la metto a fine cottura dopo aver fatto raffreddare la frolla già cotta? Grazie mille e a presto

  28. Ciao Francesco e complimenti per il blog pieno di indispensabili consigli!!
    Vorrei fare questo frosting al cioccolato bianco, basta aggiungere il cioccolato sciolto e fatto raffreddare o è meglio diminuire la dose di burro, visto che il cioccolato bianco è piuttosto grasso?
    Non vorrei che risultasse stucchevole, diminuisco anche un po’ lo zucchero?
    Grazie mille
    A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *